Pizzeria Ambaradan: quando il prezzo della pizza lo decidi tu!

Pizzeria Ambaradan

Ha avuto un’eco nazionale l’iniziativa della pizzeria Ambardan che ha aperto da poche settimane a Milano in via Castelvetro: il prezzo della pizze, dei dolci e persino della birra artigianale lo decidi tu in base al tuo grado di soddisfazione.

Vuoi un esempio? La tua pizza marinara potrai giudicarla su una scala composta da tre gradini: Migliorabile – Buono – Ottimo. Ed il prezzo che pagherai sarà consequenziale: 5 € – 6 € – 7 €. Se deciderai di pagare il conto massimo, la differenza tra Ottimo e Buono andrà al personale del locale.

Iniziativa di marketing, certo, ma anche di apertura e voglia di dialogo con la clientela che ormai a Milano è diventata molto esigente in fatto di pizze!

Titolare della pizzeria Ambaradan è Paolo Polli, ben noto per le sua birra artigianale BQ ed i locali collegati.

Per cominciare ho assaggiato una montanarina fritta con zucca violina e pecorino, molto molto buona sia nell’impasto, sia nella frittura leggera e, da ultimo, anche nell’abbinamento zucca / pecorino veramente azzeccato.

Veniamo alle pizze. Come sempre quando vado per la prima volta in una pizzeria sono andato sul classico, quindi Marinara e Margherita. Le pizze sono di stampo napoletano con cornicione medio e cottura, in forno a gas, molto attenta e non troppo rapida. Insomma la pizza non rischia di arrivare poco cotta ma non è di certo croccante! Il mix di farine utilizzato è di tipo 1 (in prevalenza) e di tipo 0, con un’idratazione del 74%.

Mi è piaciuta molto la Margherita i cui ingredienti sono di grande qualità, in particolare il pomodoro mi è parso eccellente. Non vi è alcuna spolverata di grana e l’olio, molto delicato, è usato con parsimonia. La pizza risulta leggera, digeribile e gustosa. Lo stile elegante è confermato anche sulla Marinara che avrei forse preferito con un po’ più di “grinta”, insomma aglio e origano avrebbero dovuto, a mio parere, caratterizzare di più il sapore della pizza.

Molto interessanti i dolci, le cui porzioni sono piuttosto generose. Ho assaggiato un cremoso al cioccolato molto buono ed un tiramisù gustoso e “lieve”.

Insomma, un’altra pizzeria da frequentare assiduamente!

Pizza napoletana “verace” anche a Milano: Sciuscià.

Ti ho già parlato qualche tempo fa del trend inarrestabile di aperture e inaugurazioni di pizzeria napoletane a Milano (post precedenti su Marghe e Starita).

Oggi ti parlo invece di una pizzeria napoletana che ha aperto a Milano in tempi non sospetti (2010) e che da allora propone la miglior pizza “verace” della città. Cosa intendo per “verace”? Intendo una pizza napoletana classica, sia nel prezzo (basso) sia nella fattura, che non aspira ad essere gourmet, che non è farcita di ingredienti preziosi, che non è arredata con mobili di design e che, peraltro, non viene mai citata dai tanti blog che parlano di cibo e ristoranti.

Si tratta di Sciuscià sita in via Procaccini 73 a Milano (hanno aperto poi un secondo locale in via Moscova 48).

Pizzeria Sciuscià a Milano
Pizzeria Sciuscià a Milano

Sciuscià è in realtà un ristorante / pizzeria, quindi potrai portarci anche la moglie in lotta contro i carboidrati 🙂

La pizza è aderente a quanto si può mangiare in molte pizzerie popolari di Napoli: molto digeribile e cotta alla perfezione.

Ho avuto modo di assaggiare sia la pizza salsiccia e friarielli molto saporita (peccato per un pizzico di sale di troppo) sia la classica e didascalica pizza margherita.

 

Adiacente alla pizzeria si trova la pasticceria di Sciuscià dove potrai assaggiare il babà napoletano, la pastiera, il savarin alle amarene …

Babà napoletano
Babà napoletano

Auspico che – accanto alle numerose pizzerie “di alta gamma”, caratterizzate da pizzaioli mediatici, lunghe lievitazioni, utilizzo di farine particolari ed impasti futuribili – a Milano aprano molte altre pizzerie come Sciuscià!